The Future Monument

The Future Monument

Coventry, UK

1998 – 2004

Author: Jochen Gerz

Funding: Coventry City Council, Millennium Commission

gerz.fr

 

The Future Monument è un’opera di Jochen Gerz realizzata a Coventry tra il 1998 e il 2004. Coventry, prima città inglese ad essere bombardata e distrutta dalle forze tedesche nel 1940, vince nel 1998 i fondi di una Millennium Commission, lanciando un piano di rinnovamento urbano e rigenerazione del centro. Nell’ambito di questa ristrutturazione, il consiglio cittadino affida a Jochen Gerz il compito di realizzare due opere, che lavorino con gli elementi della storia cittadina e della memoria nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, generando spazio urbano di qualità. Gerz legge Coventry come un “luogo di memoria”: cresciuto a Berlino, l’artista percepisce una sintonia tra le città tedesche bombardate dagli alleati e il centro inglese, allo stesso modo distrutto, ma per mano tedesca. L’artista imposta quindi il suo lavoro per The Future Monument sui taboo della storia e della memoria, riflettendo su come, spesso, i nemici del passato diventino, nel tempo, gli “amici” del presente. Coinvolgendo gli studenti d’arte e design dell’Università di Coventry, della Chelsea School of Art and Design e della Warwick University, Gerz pone un quesito agli abitanti: “Chi sono i nemici del passato?”. I cittadini sono, all’inizio, molto scettici: rifiutano di rispondere alla domanda, che avvertono come estremamente provocatoria. Gli eventi dell’11 settembre 2001, tuttavia, fanno della riflessione sull’identità nazionale, sul conflitto e sul rapporto con l’altro temi quotidiani e imprescindibili. Circa 6000 persone rispondono al quesito di Gerz, che ha avuto cura di coinvolgere le molte minoranze etniche presenti in città: greci, bengalesi, irlandesi, africani, indù, turchi. I paesi indicati come “nemici” del passato sono 56: la più nominata è la Germania, seguita dall’Inghilterra stessa, intesa come potenza coloniale. Il monumento realizzato è costituito da un obelisco di vetro illuminato dall’interno, il cui strato intermedio è frantumato per alludere alla distruzione passata della città; una targa di vetro recita: “The Future Monument è una risposta degli abitanti di Conventry al lungo e drammatico passato della loro città. Riguarda tutti quelli che, una volta nemici, sono diventati oggi amici. Più di 5000 cittadini hanno contribuito al lavoro. E’ una dichiarazione allo stesso tempo pubblica e privata e l’amministrazione comunale ringrazia i molti cittadini di Coventry provenienti da altri paesi che hanno partecipato unendo la loro memoria alla storia della città e compiendo uno sforzo nella direzione della pace e della riconciliazione”. Intorno all’obelisco, incastonate nella pavimentazione, altre targhe di vetro riportano dediche agli amici di oggi, cittadini degli 8 paesi più citati come nemici del passato: “To our German friends”, “To our British friends”, “To our Japanese friends”, “To our French friends”, “To our Spanish friends”, “To our Russian friends”, “To our American friends”, “To our Turkish friends”. The Future Monument illustra come le memorie condivise e pacificate siano il l’esito di iter lunghi, complessi e dolorosi; l’opera incoraggia la tolleranza anche nel presente, stimolando alla relativizzazione del conflitto. The Future Monument si rivolge ai membri delle diverse comunità cittadine allo stesso modo, dando voce ai diversi passati nascosti della città e consentendo una profonda comprensione della composizione della società odierna. A questo livello, l’opera di Gerz continua anche una volta installato il monumento: ogni gruppo, comunità, organizzazione che si fosse presentata con almeno 40 firme, avrebbe ottenuto una targa con il proprio nome sul selciato della piazza, accanto a quelle già posate intorno all’obelisco di vetro. 69 gruppi hanno oggi la propria targa in questa raccolta, che restituisce la variegata composizione della comunità di Coventry.

m

Photo: John Redshaw via commons.wikimedia.org

800px-WTC_Andy_Mabbett_DSC_6109

“To our Japanese friends” plaque – Photo: Andy Mabbett via commons.wikimedia.org

800px-WTC_Andy_Mabbett_DSC_6114

The Coventry and Warwickshire Chinese association plaque – Photo: Andy Mabbett via commons.wikimedia.org

800px-WTC_Andy_Mabbett_DSC_6112

The Latvian community plaque – Photo: Andy Mabbett via commons.wikimedia.org

WTC_Andy_Mabbett_DSC_6115

The Coventry Dragon Boat Racing Club plaque – Photo: Andy Mabbett via commons.wikimedia.org

WTC_Andy_Mabbett_DSC_6113

The Coventry Rugby Club plaque – Photo: Andy Mabbett via commons.wikimedia.org