The Travails of the Bomb-Aimer’s Daughter

The Travails of the Bomb-Aimer’s Daughter

Wellington, New Zealand

14 – 17 February 2013

Author: Professor Sally J. Morgan

 

The Travails of the Bomb-Aimer’s Daughter è una performance tenutasi nel febbraio 2013 a Wellington, nell’ambito de The Performance Arcade 2013, esposizione d’arte contemporanea dedicata alle memorie, tradizioni e rituali legati al territorio neozelandese. Sally J. Morgan, storica e artista concettuale, ha presentato una performance dedicata alla memoria del padre, il sergente Trevor John Morgan, bombardiere nella Campagna di Burma tra il 1944 e il 1946. Morgan ha messo a disposizione 500 piccoli aeroplani di gesso, riproduzioni in scala dell’aereo da guerra Liberator, invitando i visitatori a lanciarli all’interno di un container, verso una distruzione certa: le persone erano libere di decidere se e come rispondere alla richiesta. Dodici visitatori hanno scelto di non lanciare l’aereo, portandolo via con sé; una persona ha fatto lo stesso, restituendo però l’aereo, intatto, all’artista. Due hanno appoggiato l’aereo a terra, senza lanciarlo; i due modellini sono stati poi raccolti da altri visitatori e scagliati all’interno del container. In totale, sono stati distrutti 486 aerei. La performance si sviluppa come un atto di commemorazione provocatoria: irrisolta, richiede l’interazione con il pubblico, ponendo i visitatori davanti a una scelta morale: lanciare l’aereo ed essere quindi responsabili della sua distruzione o prendere posizione e decidere di non rispondere alla richiesta dell’artista? The Travails of the Bomb-Aimer’s Daughter induce la riflessione rispetto alla commemorazione, alla complicità, al senso di colpa, alla responsabilità individuale e condivisa.

582584_486999754681345_756193904_n

Photo via facebook.com/cocamassey

526654_486999741348013_2117533198_n

Photo via facebook.com/cocamassey

285239_486999868014667_604810331_n

Photo via facebook.com/cocamassey

487712_486999911347996_1427047418_n

Photo via facebook.com/cocamassey

Photo via facebook.com/cocamassey

Photo via facebook.com/cocamassey

Photo via facebook.com/cocamassey

Photo via facebook.com/cocamassey

66980_489096314471689_1669509913_n

Photo via facebook.com/cocamassey

 

More information:

theplaygroundnz.com