350

350

Rosario, Argentina

2001

Author: Fernando Traverso

www.00350.com.ar

 

350 è un’opera di Fernando Traverso, artista e attivista politico argentino, che a partire dal 2001 disegnò (con spray e stencil) sui muri della città di Rosario 350 biciclette in ricordo delle persone scomparse durante la dittatura militare (1976-83).

Verso la fine degli anni ’70, durante l’ultima dittatura argentina, più di 350 cittadini di Rosario, tra cui molti attivisti del movimento di resistenza, sparirono senza lasciare traccia. Segno della loro cattura erano spesso le biciclette, con cui erano soliti spostarsi, abbandonate agli angoli delle strade, accanto alle abitazioni o ad altri edifici, lungo i marciapiedi della città. L’idea di “marcare” vari luoghi di Rosario con questi disegni scaturì in memoria di “Cachilo”, un suo compagno scomparso, anch’egli membro del movimento di resistenza, per il quale Traverso disegnò la bicicletta numero 350. Sagome nere, come tracce di assenze, segnano oggi i muri di scuole, ufficiale postali, ex centri di tortura e detenzione e di altri luoghi della città.

Con il tempo l’opera di Traverso ha valicato i confini nazionali: le sue biciclette infatti non costituiscono più solo un memoriale in onore delle giovani vittime della dittatura argentina, ma sono oggi considerate in vari paesi un simbolo di lotta contro le ingiustizie sociali, passate e presenti, in grado di stabilire connessioni tra diverse comunità.  L’artista, rafforzando il significato democratico e universale della sua opera, ha creato un sito web dal quale è possibile scaricare lo stencil della bicicletta e su cui richiede che vengano caricate fotografie dei nuovi luoghi in cui il disegno venga realizzato. Il progetto di partecipazione continua a raccogliere immagini da tutto il mondo, tutte volte a condannare l’ingiustizia e a rafforzare un senso comunitario.

(The biceps were) physically at the limits of the corporeal and the intangible, they were opening the sense of different stories and interrogations for everyone who saw them. I could confirm that they produced a real interruption in people’s daily walks, they invited those who saw them to as themselves about where they came from and the reason behind their enigmatic appearance: Who left that bicycle? Who is or was its owner? What interrupted its trip? Who was it waiting for who was detained?

Le sagome sono adesso visibili sui muri di varie città in Cile, Colombia, Messico, Spagna e Stati Uniti. Ad esse sono attribuiti diversi significati, locali e globali, passati e presenti: gli stessi cittadini di Rosario associano spesso questi disegni non alle persone scomparse durante la dittatura, ma al più recente assassinio di Pocho Leprati, un attivista locale ucciso dalla polizia nel 2001 durante un movimento di protesta contro la crisi economica capitalista; a Cali, in Colombia, un gruppo le ha utilizzate per denunciare la povertà locale; a Zagarosa, in Spagna, gli ambientalisti le adottarono per promuovere la sostenibilità; nei Paesi Baschi, i nazionalisti le utilizzarono per denunciare i danni provocati dagli scontri; studenti universitari attivisti a Juarez, in Messico, e a El Paso, in Texas, invitarono l’artista a disegnarle su entrambi i lati del confine, come simbolo di lotta e coraggio.

 

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso - Photo via www2.mcachicago.org

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso – Photo via www2.mcachicago.org

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso - Photo via biciurbanos.wordpress.com

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso – Photo via biciurbanos.wordpress.com

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso - Photo via en.wikipedia.org

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso – Photo via en.wikipedia.org

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso, 2001-2004  - Photo via roalonso.net

One of the 350 bicycles painted with a stencil in Rosario, Fernando Traverso, 2001-2004 – Photo via roalonso.net

Fernando Traverso, 350, Rosario, 2001-2004 - Photo via studiointernational.com

Fernando Traverso, 350, Rosario, 2001-2004 – Photo via studiointernational.com

Fernando Traverso in action, 350 - Photo via cofradiadelmar.blogspot.it

Fernando Traverso in action, 350 – Photo via cofradiadelmar.blogspot.it

One of Fernando Traverso's bicis at Villa Grimaldi Park for Peace near Santiago, Chile - Photo via publichistorycommons.org

One of Fernando Traverso’s bicis at Villa Grimaldi Park for Peace near Santiago, Chile – Photo via publichistorycommons.org

 

More information:

Katherine Hite, Politics and The Art of Commemoration. Memorials to struggle in Latin America and Spain, Routledge, Oxon, United Kingdom, 2012